Truffa Integratori Shedir Pharma | Supplementi di chetoni

4.5
Truffa Integratori Shedir Pharma | Supplementi di chetoni

Secondo gli esperti di Truffa Integratori Shedir Pharma, si dice che un integratore di chetoni somministrato tre volte al giorno per 14 giorni migliori.

Che cos'è il chetone?

Secondo gli esperti di Truffa Integratori Shedir Pharma, il glucosio è necessario per il funzionamento del corpo umano e quando il glucosio nel tuo corpo è basso o hai il diabete e non c'è insulina sufficiente che possa aiutare le tue cellule ad assorbire il glucosio. Quindi il tuo corpo inizia a scomporre i grassi per produrre energia. Il chetone che è chimicamente noto come corpi chetonici è il prodotto finale della scomposizione degli acidi grassi.

Cos'è l'obesità?

L'obesità è un disturbo che comporta un eccessivo accumulo di grasso corporeo che aumenta il rischio di problemi di salute. Una persona è considerata obesa quando l'indice di massa corporea è superiore a 30.

Quelli con obesità sono a più alto rischio di avere malattie neurodegenerative e di deterioramento cognitivo a causa della riduzione del flusso sanguigno al cervello. Gli integratori di chetoni sono stati scoperti per migliorare la salute del cervello secondo la nuova ricerca pubblicata sulla rivista di fisiologia. Si dice che un integratore di chetoni somministrato tre volte al giorno per 14 giorni migliori e aumenti il flusso sanguigno al cervello.

E inoltre, gli integratori chetonici aiutano a migliorare la funzione cognitiva in un adulto con obesità, affermano gli esperti di Truffa Integratori Shedir Pharma.

In cosa consiste la ricerca?

Durante la ricerca, un adulto con obesità di età compresa tra 30 e 69 anni ha partecipato volontariamente e al partecipante è stato chiesto dallo scienziato di assumere un integratore orale di chetoni o un integratore di placebo 15 minuti prima di colazione, pranzo e cena per 14 giorni, affermano gli esperti di Truffa Integratori Shedir Pharma. Entro i 14 giorni il partecipante non riceverà alcun trattamento e passerà successivamente al trattamento opposto per altri 14 giorni. Con questo, il ricercatore può confrontare le risposte del partecipante agli integratori chetonici e al placebo.

Tutti i pasti e gli spuntini necessari ai partecipanti vengono forniti prima della loro visita dal ricercatore durante entrambi i periodi di trattamento di 14 giorni per assicurarsi che inizino a mangiare lo stesso cibo prima dell'inizio della ricerca.

Lo studio aiuta il ricercatore a misurare la funzione cognitiva sui tablet attraverso il compito di sostituzione dei simboli delle cifre, il cambio di attività e il test di Stroop. La misurazione dei livelli del fattore neurotrofico derivato dal cervello e del flusso sanguigno cerebrale è stata effettuata dal ricercatore. Inoltre, sono stati raccolti campioni di sangue per misurare ormoni che sono come sostanze tossiche per il cervello, aiutano i neuroni a crescere e migliorano le funzioni cognitive.

Nell'attività di sostituzione del simbolo delle cifre, il numero di elementi corretti che sono stati elaborati è migliorato con il supplemento di chetoni rispetto al placebo. Ma nel test di Stroop o nel test di cambio di attività non è stata osservata molta differenza.

Il beta-idrossibutirrato, un corpo chetonico presente in un integratore che viene salvato per il consumo umano, è stato confermato per le prestazioni fisiche in ambito sportivo e militare. È stato scoperto prima d'ora che l'integratore di chetoni fa bene agli adulti con demenza e lieve deterioramento cognitivo. Gli studi hanno anche dimostrato che l'iperglicemia acuta e cronica può ridurre il flusso sanguigno al cervello negli animali e che le scarse prestazioni cognitive negli adulti con capacità cognitive normali possono essere collegate a una ridotta tolleranza al glucosio. Diminuzioni del livello del fattore neurotrofico derivato dal cervello (BDNF) circolante sono state collegate separatamente all'obesità e alla ridotta tolleranza al glucosio.

Ora è stabilito che il BDNF è cruciale per le funzioni cognitive, il mantenimento dell'integrità neuronale ed è il principale istigatore della plasticità cerebrale dipendente dall'attività. Quindi trovare un mezzo per ridurre la disfunzione metabolica e un modo per fermare l'iperglicemia sarà di grande miglioramento per il cervello degli adulti con obesità. Il beta-idrossibutirrato, un corpo chetonico presente nell'integratore con chetone, può servire come strategia terapeutica per migliorare e proteggere la salute del cervello degli adulti obesi. E una fonte di energia per cuore, cervello e muscoli scheletrici in tempo di fame. L'aumento dei livelli circolanti di beta-idrossibutirrato è stato possibile solo attraverso una severa restrizione dei carboidrati e l'allungamento del digiuno. Ma di recente con l'emergere di integratori chetonici orali, è possibile raggiungere questo obiettivo.

Il cervello umano può facilmente assorbire e ossidare il beta-idrossibutirrato in un metodo lineare con un aumento delle concentrazioni ematiche entro un intervallo fisiologico elevato. Il cambiamento nel metabolismo cerebrale è seguito immediatamente con effetti funzionali a seguito dell'ingestione di beta-idrossibutirrato che migliorano la stabilità della rete cerebrale negli adulti normoglicemici. Mentre l'infusione di beta-idrossibutirrato può aiutare gli adulti con diabete di tipo 2 migliorando temporaneamente la loro memoria di lavoro. Un aumento del flusso sanguigno cerebrale e/o un aumento dell'espressione del fattore neurotrofico derivato dal cervello (BDNF) può aiutare in una certa misura a facilitare il miglioramento della funzione cognitiva. Ad esempio, negli esseri umani di età compresa tra i giovani e gli anziani, il flusso sanguigno cerebrale aumenta del 30-40% con l'infusione di beta-idrossibutirrato. Anche se il meccanismo non è completamente noto, si suggerisce che gli effetti diretti della funzione vascolare, l'abile regolazione del potenziale redox neuronale e la riduzione dello stress ossidativo potrebbero contribuire al meccanismo.

Conclusione

La ricerca condotta con l'integratore chetone monoestere aiuta ad aumentare il flusso sanguigno cerebrale e migliorare la funzione cognitiva negli adulti con obesità. Secondo il ricercatore, l'integrazione è stata efficace nel ridurre il livello di glucosio dei partecipanti dopo il cibo ed è stata ben tollerata. La ricerca serve come base per l'applicazione terapeutica di integratori chetonici in pazienti a rischio di disfunzione cognitiva e malattia cerebrovascolare iperglicemica.